Milu Correch @ Bistrò, Pigneto

11108682_810147249074757_563795029069829814_n

Milu Correch

drawings – prints – painting on gate

June, 9-10 2015, from 6.00 p.m.
Birstrò
via F. L. de Magistris 66, Roma – Pigneto
curated by a.DNA project
free entry

Milu Correch, female artist from Buenos Aires (Argentina), will exhibit her drawings and her prints at the Birstrò Pigneto, in via de Magistris, 66 (Rome). The exhibition, curated by a.DNA project, will be set up and visible for two days: Tuesday 9th and Wednesday 10th, June from 6 pm, during which time you can watch the artist at work for a new intervention on the road to the self-craft brewery.

DSC_0759

Original drawings, accompanied by limited edition prints signed and numbered with some handmade details, will go on sale within the Birstrò in presence of the artist, to support his third trip to Europe. In fact, in the course of her travels in the old Continent, she was invited to create monumental murals in several cities in Spain, Germany and Belgium.

Following the first Italian experience of 2013 with a.DNA collective for Urban Area at the former theater Volturno (Roma – Termini), last month returned to the Capital for a second operation mural in the Roman district that the first ‘she has hosted: Pigneto. The mural, curated again by a.DNA project, was completed on May 24th and 25th of this year for the festival “Pigneto Città Aperta“, and made off in Gentile da Mogliano st. on the wall of the market. The title “Disciples of Peter Pan – superagents children, redeeming adults from the absurd” and the four children portraits summarize the artistic experience of Milu which tends to crumble aesthetic and moral certainties with sadistic and pungent irony, through plots between Classical mythology and Romantic symbolism, revealing childhood feelings, primitive and pristine.

The imagery of Milu Correch creates an metaphysics opening without limits or written codes, the breach in a world too often stops at static interpretations.

Milu Correch is a young Argentine painter and illustrator who lives and works in the city of Buenos Aires. She starts very early to prefer the walls as support for her paintings, which are always the result of a meticulous and thorough human anatomy, always performed before starting work mural both large and small. So obsessive, she repeated the same subjects on different media and with different techniques: pencil, charcoal, pen and watercolor on paper, as well as acrylic and oil on canvas or board, to acquire the proper mastery of the subjects which then shows on wall. The result is a prolific pictorial style has a very strong and versatile. His studies focus mainly on mythological and anthropomorphic figures, fusing Classic, ancient and Latin American iconography with characters from modern myths, selecting topics as possible due to the contemporary reality of the context in which she’s invited to paint. Over the years she has had the opportunity to collaborate with international artists like Odeith, Diego Cirulli, in several countries in North and South America and Europe.

Text and images by a.DNA project

—–

Milu Correch
drawings – prints – painting on gate

9-10 giugno 2015 dalle h 18.00
Birstrò
via F. L. de Magistris 66, Roma – Pigneto
a cura di a.DNA project
ingresso libero

DSC_0936

Milu Correch, artista argentina di Buenos Aires, esporrà i suoi disegni e le sue stampe presso il Birstrò del Pigneto, in via de Magistris, 66 (Roma). L’esposizione, a cura di a.DNA project, sarà allestita e visibile per due giorni: martedì 9 e mercoledì 10 giugno dalle h 18.00, durante i quali sarà possibile osservare l’artista a lavoro per un nuovo intervento esterno, sull’ingresso in strada del birrificio ad autoproduzione artigianale.

Disegni originali, affiancati da stampe firmate e numerate ad edizione limitata con alcuni dettagli ripresi a mano, saranno in vendita all’interno del Birstrò in presenza dell’artista, a supportare il suo terzo viaggio in Europa. Nel vecchio continente, infatti, nel corso dei suoi viaggi, è stata invitata a realizzare monumentali opere murali in alcune città di Spagna, Germania e Belgio.

In seguito alla prima esperienza italiana del 2013 con a.DNA collective per Urban Area presso l’ex cine-teatro Volturno (Roma – Termini), il mese scorso è tornata nella Capitale per un secondo intervento murale nel quartiere romano che per primo l’ha ospitata: il Pigneto. Il murale, ancora una volta a cura di a.DNA project è stato completato il 24 ed il 25 maggio per il festival “Pigneto Città Aperta”, e realizzato in via Gentile da Mogliano sulla parete del Mercato rionale. Il titolo dell’opera “Discepoli di Peter Pan – superagenti bambini, riscattando gli adulti dall’assurdo” ed i quattro bambini ritratti, riassumono l’esperienza artistica di Milu che tende a sgretolare certezze estetiche e morali con ironia sadica e pungente, attraverso intrecci tra mitologia classica e simbolismi romantici, mettendo a nudo sentimenti infantili, primitivi ed incontaminati.

muro-completo-milu

L’immaginario di Milu Correch crea un’apertura metafisica senza limiti né codici scritti, la breccia in una realtà troppo spesso ferma ad interpretazioni statiche ed accettate a priori.

Milu Correch è una giovane pittrice ed illustratrice argentina che vive e lavora nella città di Buenos Aires. Inizia molto presto a prediligere le pareti come supporto per i suoi dipinti, i quali sono sempre il frutto di uno studio meticoloso ed approfondito sull’anatomia umana, effettuato sempre prima di iniziare un lavoro murale sia di grandi che di piccole dimensioni. In modo quasi maniacale, ripete gli stessi soggetti su diversi supporti e con diverse tecniche: matita, carboncino, penna biro ed acquerelli su carta, oltre ad acrilici ed olio su tela o tavola, per acquisire la giusta padronanza dei soggetti che poi raffigura su parete. Il risultato è una prolifica attività pittorica caratterizzata da uno stile molto forte e poliedrico. I suoi studi si concentrano soprattutto su figure mitologiche antropomorfe, fondendo iconografia classica, antica e latino-americana con personaggi di racconti moderni, selezionando tematiche il più possibili riconducibili alla realtà contemporanea del contesto nel quale è invitata a dipingere. Nel corso degli anni ha avuto la possibilità di collaborare con artisti internazionali come Odeith, Diego Cirulli, in diversi Paesi del Nord e Sud America e dell’Europa.

Testo e immagini by a.DNA project

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *